io vado

31 maggio – io vado… i bunker di Passo Resia

Written by lorenzo

Le fortificazioni storiche costruite a partire dal 1934 a ridosso del confine di Passo Resia ed utilizzate dall’Esercito Italiano fino al 1991, dopo la loro dismissione sono state valorizzate dall’Amministrazione Comunale di Curon Venosta e oggi sono diventate meta molto apprezzata da chi si interessa di storia moderna.

Realizzate per proteggersi inizialmente da una eventuale invasione da parte di Hitler e dopo la seconda guerra mondiale, in piena Guerra Fredda, dalle truppe del Patto di Varsavia, i manufatti sono costituiti principalmente da opere di difesa, ostacoli anticarro, casermette e strade militari.

Lo sbarramento di Passo Resia è composto da 9 opere, quasi tutte ormai di proprietà privata, mentre la sola opera 20, costruita sulle sorgenti del Fiume Adige è gestita dal comune che l’ha affidata all’Associazione “Oculus” con lo scopo di conservarne gli impianti originali ancora perfettamente funzionanti ed organizzare visite guidate al suo interno e nei pressi.

Altro sbarramento interessante è quello realizzato a Plamort/Pian dei Morti a 2000 s.m. che si raggiunge dopo una camminata di circa un’ora e mezza e che si distingue per l’unicità del suo ostacolo anticarro costituito da particolari spuntoni che assomigliano a “denti di drago”. Sul luogo, oltre che visitare le opere che costituiscono lo sbarramento ed il citato ostacolo anticarro si può ammirare uno stupendo panorama con vista sui laghi di Resia e San Valentino alla Muta e sul sottostante abitato di Nauders in Austria.

La visita ci permette quindi di capire la funzione di questi manufatti e l’uso che ne sarebbe stato fatto dai militari posti a presidio in caso di un’eventuale conflitto, ma anche di ammirare luoghi di rara bellezza naturalistica.

.

PROGRAMMA

Ore 06 50 ritrovo stazione FS Bolzano – ore 06.57 treno REG per Merano – ore 07.46 treno REG per Malles – ore 09.01 bus 273 per Passo Resia – arrivo ore 09,34

ore 10.00 inizio escursione; partenza per Pian dei Morti dove si arriverà dopo circa un’ora e mezza di cammino, visita ai vari manufatti militari, pranzo al sacco, ritorno e, prima di arrivare in paese, visita all’opera 20 e sorgenti dell’Adige (circa un’ora )

ore 16.20 bus 273 + treno per il rientro a Bolzano – arrivo ore 18.59

10.00 per guida e spese organizzative -Trasferimenti con mezzi pubblici (ABO)

Se pensi di venire con noi, puoi confermare la tua presenza a auserbz@gmail.com o telefonare al nr. 0471 508614 oppure 334 2678706

About the author

lorenzo

Leave a Comment